Mercoledì 19 Dicembre 2018
Venerdì

16
Novembre 2018

Citazione:

Che fortuna possedere una grande intelligenza, non ti mancano mai le sciocchezze da dire. (Anton Čechov)

Sant' Alberto Magno Vescovo e dottore della Chiesa


Nacque in Germania verso il 1200. Molto giovane venne in Italia per studiare le arti a Padova e forse anche a Bologna e Venezia
. Durante il soggiorno nella penisola conobbe i domenicani, dai quali fu inviato a Colonia per la formazione religiosa e per lo studio della teologia.
Approdò infine a Parigi dove tenne la cattedra di teologia per tre anni, durante i quali ebbe un allievo d’eccezione:Tommaso d’Aquino.

Rimandato dai superiori a Colonia per fondarvi lo studio teologico, portò con sé Tommaso con il quale avviò un progetto molto ambizioso: il commento dell’opera di Dionigi l’Areopagita e degli scritti filosofico­naturali di Aristotele. Alberto vedeva il punto d’incontro di questi due autori nella dottrina dell’anima.
Posta da Dio nell’oscurità dell’essere umano (Dionigi), secondo Aristotele l’anima si esprime nella conoscenza e negli aspetti pratici dell’esistenza umana.
In questo agire complesso e meraviglioso, essa svela la sua origine divina.

Alberto dava così avvio all’orientamento mistico nel suo ordine che sarà sviluppato da maestro Eckhart, mentre la ricerca filosofico-teologica verrà proseguita da san Tommaso.
Grande studioso delle scienze naturali, Alberto non rifuggì dagli incarichi pastorali.
Fu provinciale dell’ordine domenicano per il nord della Germania, per breve tempo vescovo di Ratisbona, partecipò al concilio di Lione.
Il «dottore universale» morì nel 1280.

Quizzando:

Le tapa dei popoli dell'Oceania cosa sono?


Soluzione al quiz di ieri:

I l dipinto "I mangiatori di patate" è uno fra i primi capolavori di quale grande pittore?
R: Van Gogh

Oggi avvenne:


1945: La United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization  è stata fondata dall'ONU per incoraggiare lo scambio culturale e scientifico tra le nazioni.
Il quartier generale dell'UNESCO è a Parigi ed opera con uffici sparsi nel mondo con intenti di preservazione della cultura, del patrimonio artistico e del paesaggistico.


Giornata internazionale per la tolleranza

marinagersony.com

"L'intolleranza, flagello di nefaste conseguenze, è una minaccia alla democrazia, alla pace ed alla sicurezza". Così si pronunciò l’ex Segretario Generale delle Nazioni Unite Kofi Annan. Il tema della tolleranza è quanto mai attuale se si considera l’aumento dei flussi migratori, il riemergere in molte parti del mondo dei nazionalismi e le crescenti disparità di ricchezza tra nord e sud e anche all’interno dei singoli paesi. In una società sempre più multietnica, di fronte a questi fenomeni si può reagire in vari modi: con atteggiamenti ostili e di rifiuto del diverso, con indifferenza e, dal lato opposto, con spirito di accoglienza. Trattasi di due estremi che escludono il conflitto (cum fligere).

Che sta tra l’"io" e "altro" e, quindi, nell’"infra" per dirla con Hannah Arendt. La peculiarità della politica è l'essere collocata infra, in mezzo, tra le persone. La virtù politica è propria di coloro che amano stare "con" le altre persone, non "sopra", nemmeno "accanto" o peggio "altrove".

La Giornata Mondiale, promossa dall’Unesco, invita, di fronte a questi fenomeni, a promuovere la comprensione e l’amicizia tra paesi e, soprattutto, tra genti appartenenti a etnie e religioni differenti. La Giornata identifica in particolare la scuola come luogo ideale di promozione dell’intercultura, dell’inclusione sociale e della lotta al razzismo.








 
Oggi 19 Dicembre
Ieri 18 Dicembre
17 Dicembre
16 Dicembre
15 Dicembre
14 Dicembre
13 Dicembre
12 Dicembre

Iscrivi alla newsletter di Almanaccodioggi.it