Lunedi 19 Novembre 2018
Venerdì

19
Ottobre 2018

Citazione:

Non potremo mai più odiare chi abbiamo veduto dormire. (Elias Canetti)

Santa Laura di Cordova Martire


Sarebbe stata una monaca del monastero di Santa Maria di Cuteclara, vicino Cordova in Spagna, di cui nell'856 divenne badessa.
Nel «Martyrologium hispanicum» si narra che durante l'occupazione musulmana rifiutò di abiurare la propria fede cristiana: condotta davanti ad un giudice islamico, fu processata e condannata a morire in un bagno di pece bollente.
Dopo tre ore di atroci dolori, diede la sua anima a Dio.

Era l'anno 864.
A dispetto delle scarne notizie che si sanno, il culto per la martire Laura ebbe grande espansione e il suo nome è molto diffuso in tutta Europa.
Molti studiosi fanno derivare Laura dal latino «laurus», cioè alloro, pianta sacra ad Apollo e simbolo di sapienza e gloria.

Ai tempi dei romani comunque era più facile trovare Laurentia che Laura.
Il significato lo si fa risalire al serto di alloro con cui venivano incoronati i vincitori di varie gare.
Nei secoli successivi, con il serto sulla testa, si sono raffigurati i poeti e i sapienti. Ancora oggi chi completa il ciclo di studi è detto «laureato».

Quizzando:

Nei castelli medievali, cosa era delimitato da scarpa e controscarpa?


Soluzione al quiz di ieri:

Cosa sogna di diventare Grisù, il draghetto del cartone animato?
R: Un pompiere

Oggi avvenne:


1900: Max Planck enuncia la legge della fisica che va con il suono nome: l'energia elettromagnetica non viene trasmessa in maniera continua, ma in quantità predeterminate, dette quanti di energia.
La legge di Planck è la base della moderna fisica quantistica.



Insomma, è la storia di Giovanni, questa.

Giovanni che va a prendere il gelato.
- Cono o coppetta?
- Cono!
- Ma se il cono non lo mangi.
- E allora? Neanche la coppetta la mangio!
Giovanni che ha tredici anni e un sorriso più largo dei suoi occhiali. Che ruba il cappello a un barbone e scappa via; che ama i dinosauri e il rosso; che va al cinema con una compagna, torna a casa e annuncia "Mi sono sposato".
Giovanni che balla in mezzo alla piazza, da solo, al ritmo della musica di un artista di strada, e uno dopo l'altro i passanti si sciolgono e cominciano ad imitarlo. Giovanni è uno che fa ballare le piazze. Giovanni che il tempo sono sempre venti minuti, mai più di venti minuti:  se uno va in vacanza per un mese, è stato via venti minuti.

Incipit di Mio fratello rincorre i dinosauri
autore Giacomo Mazzariol








 
Oggi 19 Novembre
Ieri 18 Novembre
17 Novembre
16 Novembre
15 Novembre
14 Novembre
13 Novembre
12 Novembre

Iscrivi alla newsletter di Almanaccodioggi.it